48 ore al Mem. Cereseto – Campioni di solidarietà!

ott 5, 2012   //   by admin   //   Blog  //  No Comments

Armando Sanna e Arturo GinosaAppuntamento a domenica con il 2° Memorial Giulia Cereseto. Dalle 8 del mattino saremo nel bellissimo Parco Villa Serra in fraz. Manesseno di Sant’Olcese, provincia di Genova (gare dalle ore 10). Sarà un 7 ottobre speciale: un’occasione collegiale come solo la corsa sa offrire, tanta gente riunita per uno scopo positivo, ricordare la storia della piccola Giulia e trarne forza, ma anche voglia di contribuire acciocché il futuro riservi sorte più felice a bambini e famiglie. Per questo il Memorial Cereseto è una manifestazione non competitiva, per questo si è scelta la formula della staffetta 3x1500m, per questo è prevista una corsa per i bambini, per questo tutti i fondi raccolti (iscrizioni ad offerta libera!) verranno destinati ad A.B.E.O. Liguria ONLUS (www.abeoliguria.it).

L’atletica con la “A” maiuscola domenica sarà con il GSC Sant’Olcese per dare una mano a “promuovere” la missione della staffetta!Genova ha portato in staffetta i suoi campioni “anni 2000”: Armando Sanna ed Emma Quaglia. Armando da assessore allo sport di Sant’Olcese nonché presidente del comitato organizzatore sa che l’atleta d’elite ha un ruolo sociale quando si propone come esempio positivo; Emma è in prima persona esempio di straordinaria vitalità, avendo combattuto la malattia e avendo poi vinto, nella vita e nello sport.

Dettagli sul sito gscsantolcese.com.

L’entusiasmo di Armando e della compagine di casa (lo speaker triatleta Matteo “Dragone” Pittaluga tra gli altri) hanno contagiato il mondo dell’atletica e raccolto l’adesione del Ginosa Team di Arturo Ginosa. Base bolognese per il gruppo targato “Track and Field”, ma corridori di alto livello da tutta Italia che hanno aderito all’iniziativa e che saluteranno con gioia la piccola Giulia. Atleti del presente e del (recente) passato…

Una veloce rassegna, prima le ragazze come cavalleria impone: Sara Rudelli, giovane bergamasca di ottima prospettiva nel mezzofondo breve (2’11” negli 800m e 4’29” nei 1500m); Ilaria Castiglioni, canturina specialista del fondo in pista (donna da 17’30” sui 5000m e 37’30” sui 10000m!); Marta Ghia, giovanissima quattrocentista genovese che spesso si cimenta con successo sulle distanze del mezzofondo veloce…

Sempre per ragioni di cavalleria, bisogna offrire la rassegna dei vecchietti terribili (vecchietti per modo di dire, è solo in termini relativi rispetto alle giovanissime di cui sopra!): Valerio Brignone, alfiere della Cambiaso Risso con un passato da 1h03′ in mezza maratona e un presente da pluricampione continentale master; Gianni Bruzzi, carabiniere con un passato da meno di 3’40” nei 1500m (!!!) e in preparazione per la sua seconda maratona newyorkese; Mariano Pennone, uomo da 2h14′ in maratona e oggi over 50 dalle impressionanti qualità atletiche (avessi io le sue gambe!).

Arturo Ginosa, buon 1500ista e campione in carica, torna con l’idea di bissare il successo della prima edizione, ma soprattutto con il desiderio di esserci! E con lui vogliono esserci il presidente Armando Sanna (che da atleta vale 1h05.32 in maratonina, come biglietto da visita!), ma anche tanti altri compagni di avventure podistiche: Marco Salami, pluricampione italiano su 1500m e 3000i (impressionante primato di 7’59”!); Stefano Cugusi (più volte azzurro di cross e pista, 14’08” nei 5000m); Yuri “il pony” Maenza (3’46” sui 1500m); Maurizio Cito (senese da 8’15” sui 3000m); Paolo Ciappa (napoletano specialista delle siepi con un bel 9’12”); Rudy Magagnoli (1h05′ in mezza); e poi Tommaso Beati (perugino da 3’47” nei 1500m), Andrea Caruso (giovanissimo da 3’51” sui 1500m), Gabriele Ruscelli e Fulvio Favaron (ragazzi da 4′ netti sui 1500m). Last but not least il sottoscritto Tito Tiberti (www.titotiberti.it/bio)

Qui la mia presentazione del Memorial. La locandina cliccando qui.

Leave a comment

Quote #8

I like running because it's a challenge. If you run hard, there's the pain -and you've got to work your way through the pain. You know, lately it seems all you hear is 'Don't overdo it' and 'Don't push yourself.' Well, I think that's a lot of bull. If you push the human body, it will respond. (Bob Clarke)