Punti fermi…

dic 20, 2011   //   by admin   //   Blog  //  1 Comment

Ogni fine d’anno è una specie di punto fermo.La mia idea cromatica di felicità
Si è scritta la storia di un anno intero e si mette un punticino.
Simbolico.
Senza dimensione.
Senza spazio.
Puro pensiero…

Vi dedico un pensiero, che non vuol essere un consiglio pretenzioso o presuntuoso, piuttosto una constatazione vagamente logica che scaturisce dalla quotidiana battaglia per riaprire gli occhi e affrontare la vita con entusiasmo e coraggio, nonostante spesso sia difficile trovare una ragione per sfoggiare un sorriso…

Aprite la finestra, inspirate a fondo.
Chiudete gli occhi e fate tesoro di quello che narici e polmoni vi comunicano. Vi hanno offerto un quadro di quello che vi aspetta oggi.
Ve lo possono offrire ogni giorno.

Stamane ho respirato un’aria gelida e secca, con aromi di benzene e cianuri.
I polmoni mi dicono che è inverno e mi chiedono di aver cura di loro.
Le narici mi ricordano che abito una Valle bresciana inquinata da traffico e trattamenti galvanici. Mi parlano di ambiente, di strutture sociali e di una corsa serale con una palliativa mascherina…

Domani non so cosa mi dirà il mondo; mi piacerebbe mi parlasse con uno iodato vento di mare o col profumo della terra bagnata. Mi piacerebbe che il mondo che respiro fosse come lo sogno.

Là fuori c’è tanta bellezza, teniamola cara, abbiamo cura di noi stessi attraverso il rispetto per il nostro mondo: per il nostro ambiente naturale, per quello sociale e per quello passionale.

Non smettiamo mai di coltivare passioni, sane.
Non smettiamo di sognare con concretezza.
Questo è, in un certo senso, il mio augurio…

Con affetto,
Tito

(Foto e rielaborazione grafica di Tito Tiberti, sullo spunto della domanda di una graziosa “che colore ha la felicità per Tito?”. Risposta: “sfumata, dal bianco al blu, con un  quadrato rosso in mezzo allo spettro”. Dolina nel Parco del Ticino pavese, gabbiano in volo radente nell’alba di Puerto Madryn, idea di società in forma di quadrato rosso)

1 Comment

  • Grazie per essere passato dal mio blog…vedo che sei un atleta per questo ti chiedo di correre un po ‘ anche per la mia amica Stefania, che non potrà correre più .. ne sentire l’aria sul viso.
    Grazie ancora.

Leave a comment

Quote #8

I like running because it's a challenge. If you run hard, there's the pain -and you've got to work your way through the pain. You know, lately it seems all you hear is 'Don't overdo it' and 'Don't push yourself.' Well, I think that's a lot of bull. If you push the human body, it will respond. (Bob Clarke)